Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy

Denuncia di morte

Introduzione

Quando si verifica un lutto è obbligatorio denunciare la morte al Comune dove si è verificato l’evento presentando la denuncia di morte entro 24 ore dal decesso. La dichiarazione o denuncia deve essere presentata, ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 03.11.2000 n. 396 art. 72, da un parente, da un congiunto, da una persona delegata o da un’impresa funebre appositamente incaricata. 

Leggi di più

Come fare

É necessario rivolgersi direttamente all’Ufficio dello Stato Civile (Tel. 02.950045206/207).
I Comuni di Basiano e Masate non offrono un servizio di pompe funebri.
L’utenza pertanto dovrà rivolgersi ad una qualsiasi impresa di sua fiducia.

Decesso in abitazione:
I familiari devono chiamare il medico necroscopo, appositamente nominato dall’ATS, per verificare la causa del decesso e preparare il relativo certificato da presentare con la denuncia (scheda ISTAT).
La denuncia deve essere inoltrata dai familiari o da un delegato presentandosi all’ufficiale di stato civile esibendo:
. l’avviso di morte compilato dal medico curante;
. la scheda ISTAT compilata dal medico stesso;
. l’accertamento di decesso compilato dal medico curante.
Se il decesso è avvenuto in condizioni di sospetto di reato occorre avvertire i Carabinieri o la Polizia Locale. 

Decesso in ospedale o casa di cura:
La direzione sanitaria dell’ospedale, della casa di cura o della casa di riposo redige i certificati di morte e li trasmette, entro 24 ore dal decesso, al Comune. 

Morte violenta:
Nei casi di morte violenta, per strada o in luoghi pubblici o di persone che vivendo sole sono ritrovate cadavere, occorre chiamare il 112 per avvisare l’Autorità Giudiziaria. Quest’ultima, dopo gli accertamenti di legge, darà disposizione per rimuovere la salma e rilascerà il nulla osta alla sepoltura. 

Decesso all’estero:
I congiunti devono comunicare immediatamente il decesso al Consolato Generale o all’Ambasciata Italiana per ottenere il nulla osta del rimpatrio della salma. I congiunti possono contattare anche un’associazione o un’impresa funebre del Comune dove si intende trasportare la salma per ricevere consulenza sulle pratiche da svolgere in Italia e sull’eventuale trasporto per il rimpatrio della salma (via aerea, per mezzo di auto funebre, via mare). 

Leggi di più

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

11/24/20, 9:51 AM