Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy

Cambio d'uso senza opere

Introduzione

La destinazione d’uso di un fabbricato o di un’unità immobiliare è quella prevalente in termini di superficie utile. La disciplina del cambio di destinazione d’uso è regolata dall’art. 23-ter del D.P.R. 380/2001 e dagli art. 51 e 52 della L.R. Lombarda 12/2005. Per la giurisprudenza più recente costituisce mutamento della destinazione d’uso urbanisticamente rilevante, ogni forma di utilizzo di un immobile o di una singola unità immobiliare diversa da quella originaria, ancorché non accompagnata da opere edilizie, purché tale da comportare il passaggio dall’una all’altra categoria urbanistica tra quelle sotto elencate:
a)    Residenziale
a-bis) Turistico-ricettiva
b)    Produttiva e direzionale
c)    Commerciale
d)    Rurale
I mutamenti di destinazione d’uso non comportanti la realizzazione di opere edilizie, purché conformi alle previsioni urbanistiche comunali e alla normativa igienico-sanitaria, sono soggetti esclusivamente a preventiva comunicazione dell’interessato al comune.

 

Leggi di più

Come fare

L’interessato deve presentare la comunicazione di cambio di destinazione d’uso senza opere su apposito modulo predisposto dall’Ufficio, allegando copia del documento di identità.

Leggi di più

Modulistica

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

11/24/20, 9:51 AM